• Black Facebook Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon

© 2017 by Una Doppia Uso Singola Confidential.

SEARCH BY TAGS: 

Please reload

RECENT POSTS: 

FOLLOW ME:

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • Instagram Clean Grey

I 3 FALSI MITI della valigia perfetta

May 9, 2016

 

 

 

 

Care Posh Business Traveller con questo post ci addentriamo nel cuore del Blog: il Business Travel.

Di suggerimenti su come realizzare la valigia perfetta è pieno il web, generalmente sono elenchi puntati di dritte sull’argomento.

Ma saper fare la valigia è un’arte e come tale prevede l’apprendimento di differenti tecniche su altrettanti innumerevoli sotto-argomenti, per questo non basterà leggere un post per saper fare magicamente un bagaglio a prova di ogni evenienza. Mi dispiace!

Comunque prendere coscienza di ciò è già un passo avanti, fidatevi! Io ci ho messo anni per arrivare a fare il punto della situazione e vi riassumerò tutte le basi in un ciclo di post  (rispetto a me risparmierete un sacco di tempo ; )

Vi ricordo ancora che qui si parlerà di valigie per il Business Travel e non di valigie per viaggi di piacere. Per questi ultimi vi consiglio gli innumerevoli blog sulle vacanze, molti dei quali declinati al femminile, di cui è pieno il web.

Ma torniamo alla valigia o meglio al bagaglio cioè a tutto ciò che ci è indispensabile per spostarci durante le trasferte di lavoro.

 

Per prima cosa sfatiamo il mito che chi sa viaggiare viaggia “leggero”. Tutto vero se state per affrontare il Cammino di Santiago ma se la vostra meta è un viaggio oltre oceano per incontrare 3 clienti importanti e convincerli che voi avete la soluzione a tutti i loro mali (anche se loro hanno così tanti soldi da comprare te con tutti i tuoi mali e metà mondo con il solo schioccare delle dita) allora NO, voi non potete viaggiare leggere! Leggero de che? Se viaggiate per lavoro e lo fate spesso dovrete imparare a trasportare con voi un po' dei vostri confort, questo è indispensabile per poter ricreare piccoli momenti di intimità, per caricarvi e per mantenere alta la vostra autostima. 

Stare da sole in una stanza d’albergo anonima può essere demoralizzante, meglio avere con noi, che so, lo stesso profumo per l’ambiente che utilizziamo a casa, una vestaglia da notte e un bel pigiama, un libro vero, la piastra gdh comprata con il sangue e a rate … qualsiasi cosa riesca a creare l’atmosfera di casa e farvi sentire delle strafighe anche a mille chilometri di distanza. Per questo viaggiare leggeri non vale se si viaggia per lavoro, vale viaggiare intelligentemente che è meglio!

 

Secondo punto, toglietevi dalla mente che la base indiscussa per fare una valigia a regola d’arte sia la valigia stessa. Non c’è cosa più sbagliata che vi porterà a spendere tanti soldi senza arrivare al risultato ottimale. Perchè, mi dispiace dirvelo, la valigia ideale non l’hanno ancora inventata. Ci sono dei modelli buoni, alcuni migliori ma se non sapete come riempirla sarà solo un bel contenitore e noi qui siamo donne di apparenza ma anche di sostanza! 

Per fare una buona valigia si deve necessariamente partire dal METEO! Le previsioni del tempo dovranno diventare il vostro oracolo al quale affidarvi senza ritegno. Se non sapete la temperatura e il clima che vi attenderà a destinazione come potrete scegliere cosa mettere in valigia? Una buona valigia quindi parte da un attento esame delle previsioni meteo.

 

Terzo falso mito: la valigia va riempita incassando il tutto. Niente di più sbagliato, che cosa incassate che poi appena togliete una cosa tutto il resto di sparpaglia come ghiaccio sciolto al sole? Che poi sappiamo tutti che al ritorno le cose diventano più voluminose. Quindi la valigia va scelta con un buon margine di spazio vuoto necessario a far stare eventuali cose comperate sul luogo (perchè noi comperiamo sempre, figurati se non lo facciamo dall’altro capo del mondo o in banalissimo Duty free) e tutti i vestiti lievitati dopo l’utilizzo.

Sono partita con solo 3 miti da sfatare per darvi un’idea di come sbagliamo costantemente l’approccio alla valigia. 

Insieme affronteremo questi argomenti nel dettaglio e molti altri ancora.

Analizzeremo i 4 dogmi della Business Woman, daremo voce al beauty case che si sente sempre messo da parte ma che da solo può decidere le sorti di un’intera trasferta, passeremo in farmacia per fare scorta di droghe, unguenti, pozioni anti calamità, parleremo di intimo e lo toglieremo dagli angoli del trolley per donargli vita nuova…

Insomma rivedremo un po' il tutto e faremo una valigia che magari non sarà leggerissima ma che ci farà affrontare ogni tipo di trasferta a cuor leggero!

 

p.s.: alcune di queste dritte valgono anche per i viaggi di piacere, fatene quindi buon uso ; )

 

p.p.s.: a fine maggio verrà lanciata la prima check-list per PoshBusinessTraveller che vi arriverà tramite newsletter. Non siete iscritte? Non capisco: cosa state aspettando?

 

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now