• Black Facebook Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon

© 2017 by Una Doppia Uso Singola Confidential.

SEARCH BY TAGS: 

Please reload

RECENT POSTS: 

FOLLOW ME:

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • Instagram Clean Grey

Solo 3 cose prima della valigia

May 16, 2016

Ecco il secondo post dedicato a come fare i bagagli in caso di Business Travel ma al femminile e con un occhio ai dettagli e al glamour.

Per essere glamour non bisogna sbagliare! Noi definiamo glamour le starlette che passeggiano sul red carpet perché sono perfette, perché non hanno nulla di sbagliato.

Viene da dire “Facile” se tutta l’armatura che hanno addosso deve resistere per 10 metri di tappeto rosso non considerando che alle spalle hanno un’equipe di esperti “tutto” (esperti trucco, esperti parrucco, esperti vestito-anti-gravità…) e almeno 4 settimane di preparazione.

A noi Business Traveller ciò non è concesso e se siamo Posh è solo perché siamo strafighe di brutto. Insomma niente entourage a sostenere la nostra figaggine, solo noi e il nostro carattere d’acciaio.

Quindi, ricapitoliamo: dobbiamo essere perfette, senza preparazione, e per fare questo non dobbiamo sbagliare… e che ci vuole?

Ci vuole tanto! Per prima cosa bisogna capire che la perfezione, nel senso in cui viene descritta in questo blog, non è assoluta. E’ una perfezione riferita alla nostra persona: è come voler dire che noi dobbiamo puntare al meglio di noi stesse e per meglio intendiamo RADIOSITÀ, che non è bellezza, non è solo intelligenza, non è una coscia lunga 1 metro o un viso di bambola. La radiosità è quando sai che non sei stata scolpita da Michelangelo in persona su marmo di Carrara ma tieni la testa alta e hai un sorriso da fare invidia, inoltre riesci a parlare con tutti perché sai essere piacevolmente spiritosa e intrigante.

Tante belle parole, vero? Eppure sul redcarpet ci sono anche donne così. Sono poche ma quando passano…quando passano loro non ce né per nessuna!

Qualità innate? Potrebbe essere. Indomite si nasce ma se siete delle Traveller un po' indomite lo siete anche voi (come lo erano le prime hostess: donne intelligenti, belle e totalmente fuori controllo).

Comunque anche queste donne avranno i loro segreti, perché non dovremmo averne noi comuni mortali viaggianti?

Quindi ora sveliamo tre trucchi da Business Traveller PRO che sono l’anticamera al bagaglio a prova di ogni evenienza.

1 - IL METEO

Ne avevamo parlato anche qui ma ora entriamo nel dettaglio.

Non partite da cosa mettere in valigia guardando l’armadio con occhi sconsolati e ripetendo “Non ho niente da mettere”. Sarà anche vero, anzi è sempre vero ma non è questo il primo problema. Il vero problema è come sarà il tempo nella destinazione in cui andrete. Valutate bene se ci sarà:

Sole: si rischia di sudare - Pioggia: casino infinito - Neve: prevedere ritardi di ogni sorta.

Inoltre un occhio particolare va alla temperatura PERCEPITA! Non vi fidate solo della temperatura standard che riportano. I 15 gradi di Londra non solo uguali a quelli di Roma che non sono uguali a quelli di CapeTown.

2 - NUMERO DI GIORNI

Valutate con attenzione il numero di giorni in cui starete fuori casa veramente. Di solito le donne sovrastimano mentre gli uomini sottostimano (che buffo). Se state fuori due giorni e una notte non è il caso che vi portiate 5 cambi. Inoltre il numero di notti vi da indicazioni delle dimensioni del bagaglio: non vi ostinate a voler viaggiare con il bagaglio a mano se starete fuori più di 3 notti, per una donna è impossibile (ovviamente stiamo parlando di viaggi di lavoro con annesso computer, agenda, documentazione…).

3 - TIPOLOGIA DI OCCASIONI

Mettete insieme tutte le occasioni che incontrerete durante la trasferta. Per esempio: 2 incontri con cliente, 1 cena con il capo, 1 pranzo con un’amica, 1 ora di palestra e 1 ora di spa all’hotel, 1 ora di cazzeggio nella camera, 1 notte di fuoco con il tipo bellissimo incontrato al check in (ok, non è reale e anche molto poco probabile ma un completino intimo giusto non occupa molto spazio, si può fare). Una volta messo insieme l’elenco di tutti gli “appuntamenti” differenti che affronterete cercate anche di capire se riuscirete a passare in albergo per cambiarvi tra un’occasione e l’altra. In questo modo avrete un quadro dettagliato di tutti gli outfit di cui necessitate: dalla tuta per stare in stanza, al costume per la spa, al completo intimo per il tipo, al tubino nero per…e così via.

 

Fatto mente locale su questi 3 punti avrete chiaro:

  • perchè fate la valigia (occasioni)

  • In che condizioni affronterete il tutto (meteo)

  • per quanto tempo (durata del viaggio)

… e potrete così iniziare a fare la valigia da vere PRO!

 

Vi ricordo che, per le iscritte, a fine maggio partirà la newsletter mensile con la prima checklist per Posh Traveller da scaricare totalmente gratis! Non vi siete ancora iscritte? Ancora no? Daje! Che aspettate che arrivi giugno?

 

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now