• Black Facebook Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon

© 2017 by Una Doppia Uso Singola Confidential.

SEARCH BY TAGS: 

Please reload

RECENT POSTS: 

FOLLOW ME:

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • Instagram Clean Grey

Gestione Soldi: Mission (Im)possible

October 23, 2016

 

Come siamo messe con il tema del mese: le finanze? 
Se la sola parola "finanza" ci fa sorridere perché evoca in noi questa immagine "ancora 5 giorni prima che arrivi lo stipendio, ok mi mangerò cracker per cena" allora è il caso di correre ai ripari.
Immagino abbiate capito che in questo blog si cerca di spronare tutte ad avere una propria indipendenza economica, anche ridicola ma propria.
Quando ho deciso di andare a convivere con il mio, allora, ragazzo guadagnavo il 65% del suo stipendio e la futura casa in cui stavamo per creare il nostro nido d'amore era sua.
Di mia proprietà avevo solo una macchina usata di 14 anni, acquistata liquefacendo tutto i miei risparmi in inchiostro utilizzato per scrivere sul CV "automunita".
In sei anni di cose ne sono successe e ora le mie entrate superano (di poco) le sue, ho una macchina aziendale e una piccola casa di mia proprietà di cui vado strafiera, la chiamo "La mia bomboniera", 36 mq di immensa soddisfazione e cura dei dettagli (inutile dire che arrivo comunque con il conto in rosso ogni mese, che t'aggia dì?)
Eppure, all'inizio, mi sentivo piccola piccola in confronto a lui che aveva già una bellissima casa, aveva fatto viaggi, aveva una macchina nuova, una moto e non arrivava mai a fine mese con il conto in rosso: un Dio!
Credo che ci siano state due scelte che hanno reso possibile tutto questo.
Prima scelta: non unire i conti con il partner 
Non ho mai pensato, neanche per un attimo, di unire i nostri conti e diventare "una sola cosa" a livello economico. Mantenere separati i conti mantiene viva la nostra individualità e indipendenza. Ci fa pensare: "guadagno solo 400 euro al mese, se cominciasse a mettermi le mani addosso come potrei vivere da sola?" Ora non giustifichiamoci dicendo: "...ma noi siamo una bellissima coppia, ci amiamo, ci ameremo per sempre". Lo sapete quante donne sopportano urla, rimproveri, botte, comportamenti indecenti solo perchè non possono permettersi di vivere dignitosamente da sole? Ovviamente io non ho mai pensato che mio marito potesse mettermi le mani addosso ma mi è capitato, durante un mese in cui sono rimasta a bolletta a 6 giorni dall'arrivo dello stipendio, di pensare "Se dovessi scoprire ora che ha un'amante non potrei neanche fare la valigia e andare a dormire in un albergo! Dovrei dormire qui sopportando il suo squallore!" Mantenere i conti separati mi ha dato una chiara evidenza della mia situazione finanziaria e, confrontandola con la sua, di come questa poteva diventare. Da questa consapevolezza si è sviluppato il passo due.
Seconda scelta: avere degli obiettivi da raggiungere a livello finanziario. 
Quando ho iniziato la mia carriera lavorativa dopo l'università avevo uno stipendio entry level, come la maggior parte dei principianti, e un contratto a tempo determinato. Poi è arrivato il contratto a tempo indeterminato, poi la macchina aziendale. Ma il mio stipendio rimaneva sempre invariato, anzi mi avevano tolto anche gli straordinari. Insomma io volevo di più, io valevo di più! Ma quanto? 
Partendo dal presupposto che il nostro lavoro è fatto bene e che ci impegniamo realmente, il quanto vogliamo guadagnare dipende dai nostri obiettivi. Personalmente mi sono imposta degli obiettivi mensili, annuali e a lungo termine. Quello mensile era riuscire ad avere una disponibilità di denaro da spendere in vestiti/trucchi (la mia droga). Quello annuale era permettermi un bel viaggio all'anno, quello a lungo termine era acquistare una casa. Mi sono fatta due conti togliendo dallo stipendio le spese fisse, il budget per la mia droga e ciò che avrei dovuto mettere da parte per il viaggio e la casa... Risultato? Il mio stipendio non bastava, avrei dovuto guadagnare almeno un 20% in più per permettermi un viaggio ogni due anni. Preso coscienza di questo ho lavorato affinché questo si avverasse. Obiettivi personali che si possono realizzare solo se ci facciamo aumentare lo stipendio! È così che riusciamo a spronare noi stesse nel chiedere. Cioè se vi ponete l'obiettivo di andare alle Maldive perché ci tenete veramente allora vi sarà più facile affrontare il vostro capo. Darsi uno scopo, un perché è il segreto del successo in ogni campo.
Ultimamente devo ammettere che mi sono un po' persa, ho perso di vista gli obiettivi e le mie finanze ne risentono. Anche guadagnando di più riesco a permettermi di meno perché spreco ciò che ho invece di convogliarlo in ciò che vorrei.
Mi devo rimettere in carreggiata!
Ho un piano! E la prossima settimana lo renderò pubblico. STAY TUNED

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now