• Black Facebook Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon

© 2017 by Una Doppia Uso Singola Confidential.

SEARCH BY TAGS: 

Please reload

RECENT POSTS: 

FOLLOW ME:

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • Instagram Clean Grey

Ricche come Kim Kardashian in 5+1 mosse

October 27, 2016

 

 

Eccoci di nuovo qua con l’ultimo appuntamento sul tema Fin-ANSIA (perchè Kim Kardashian, prima di ogni altra cosa, è ricca da perdere la testa!)

Odio i titoli come questo ma lo utilizzo come specchietto per le allodole. Credete veramente che bastino delle mosse definite e numerate per ottenere qualcosa? Esiste la fortuna, l’ambiente in cui viviamo, gli incontri fortunati, la costanza, la volontà e una serie infinita di altre cose. Quindi NO, non bastano poche mosse per creare un impero ma esistono presupposti importanti che possono aiutarci a non perdere di vista l’obiettivo ed eccoli di seguito:

  • I soldi danno il potere, può sembrare uno slogan poco educativo e molto venale ma proviamo ad analizzarlo da un altro punto di vista. Se decidessimo di utilizzare il potere per corrompere, incutere timore, soggiogare gli altri sarebbe sicuramente una cosa negativa. Qui invece in potere è inteso come libertà di poter decidere della propria vita senza vincoli di sorta, senza paura di non arrivare a fine mese, senza l’obbligo di rimanere con un uomo perché ci mantiene, senza la frustrazione di non poter cambiare lavoro per paura di non trovarne. Questo è il potere di cui parliamo qui, il potere di essere libere e una certa indipendenza economica ci può notevolmente aiutare 

 

 

 

  • I soldi non sono una cosa losca e sporca, come non lo è il potere. A noi donne viene sempre insegnato che i soldi sono qualcosa di negativo; le donne, fragili esserini così vulnerabili, non dovrebbero tenerne conto. E’ una cazzata enorme solo per lasciare tutti i soldi nelle mani degli uomini. I soldi possono essere utilizzati per comprare armi come per comprare farmaci. Cosa decidi di farne dipende solo da te. Ma se non ne hai non c’è scelta. Noi donne dobbiamo far parte del mercato e delle decisioni che si prendono in merito. Sono sicura che se ci fossero più donne nei consigli di amministrazioni e più donne come azionarie di grandi società il mondo sarebbe un posto migliore. Un impero nasce dalla volontà di creare un posto migliore.

 

 

  • Dobbiamo essere grate. Grate per ogni piccola cosa che abbiamo e grate a noi stesse per ogni piccolissima conquista che raggiungiamo. 10 euro accantonati al mese possono diventare un impero con dedizione e impegno. Siamo grate a noi stesse per l’impegno che mettiamo nella vita, nella nostra crescita, nel nostro lavoro quotidiano. La gratitudine verso ciò che siamo ci porterà serenità e ci ricorderà di quanto forti, fortunate, libere di migliorarci costantemente siamo state e saremo. 

 

 

 

 

 

 

Vi ho comunque promesso le 5+1 mosse e che mosse siano!

 

  • Abbi chiara la tua situazione finanziaria 

Entrate ed uscite devono essere tracciate per almeno due mesi così da valutare in cosa vanno a finire i propri soldi e correre ai ripari. Per farlo scarica questo prospetto da compilare, ti aiuterà a capire il tuo punto di partenza. Non snobbarlo, è molto utile  e ti costringerà a guardare in faccia l’entità del tuo problema. 

  • Comportati come le persone parsimoniose

Ho sempre detestato le persone attaccate al denaro ma devo ammettere che sanno come gestirlo. Non spendono mai più di quello che hanno, si fanno ridare i soldi per quello che spetta loro e non si vergognano ne si dimenticano di chiederlo in dietro perché sanno che è un loro diritto. Non si fanno grandi pagando per tutti perché sanno che le persone non si ricordano di questi gesti di generosità. Cercano sempre di risparmiare anche su cose apparentemente di poco conto e qui veniamo al punto 3.

  • Non sperperare

Ci sono molte cose che noi “spendaccione” non teniamo in considerazione e che invece potrebbero fruttarci un bel gruzzoletto, sono le spese necessarie e quotidiane. Tutti dobbiamo mangiare, dobbiamo vestirci, consumiamo corrente elettrica e acqua ma quanti lo fanno in modo misurato. Io no! Ma ora è il caso di rivedere questa situazione. Sono piccoli gesti quotidiani che 2 euro qui, 5 euro là ci permettono di salvare il salvabile. La corrente elettrica può essere ridotta considerevolmente staccando dalla presa tutti i caricatori, gli elettrodomestici con le spie, spegnendo le luci in eccesso, passando alle luci a led e scegliendo elettrodomestici a risparmio energetico, facendo cicli di lavaggio a basse temperature. I punti su cui possiamo intervenire sono tanti e vale la pena attuarli. Risparmiare sulla spesa comprando solo quello che abbiamo sapientemente appuntato in una lista senza farsi tentare da false promozioni o dalla gola (io qui sono un disastro). Abbandonare gli acquisti impulsivi provando il metodo dei 30 giorni (ne bastano anche 2 a mio avviso): se vedi una cosa che ti piace aspetta 30 giorni prima di acquistarla, se tra 30 giorni andrai a prenderla vuol dire che ci tieni veramente altrimenti non ti ricorderai neanche di averla vista. Fai regali fatti da te per risparmiare (io nei regali spendo uno sproposito). Cucina più porzioni insieme e poi congela. Lascia a casa le carte di pagamento se puoi.

  • Accumula i risparmi su un conto separato

Oggi, complici i conti on-line a zero spese, è facile accumulare soldi su un contro deposito separato. Averli separati ti aiuta a non “vederli” e quindi pensare di poterli spendere. Rende la disponibilità economica “meno disponibile” per le spese pazze (io lo faccio da anni e funziona alla grande)

  • Pensa per difetto

Quando pensi alla tua disponibilità economica non pensare allo stipendio che percepisci o ai soldi che hai da parte. Focalizzati solo sulla somma al netto delle spese fisse e di eventuali piani di accumulo. Per esempio se guadagni 1000 euro e hai 750 euro di spese fisse tra affitto, macchina, bollette e cibo allora la tua disponibilità economica sarà di 250 euro. Pensare in questo modo ti costringerà a rivedere le spese extra (provare per credere, è stata una rivelazione faticosissima da accettare ma sta funzionando).

 

E infine la chicca...

  • Sii grata

Lo riporto anche qui perchè mi sta molto a cuore questo punto. Essere grate per ciò che abbiamo ed essere consapevoli di quanto fortunate siamo fa abbassare in noi la voglia di acquistare cose nuove. Mettersi davanti al nostro armadio e invece di esclamare “Non ho niente da mettere” giocare a creare nuovi abbinamenti, dismettendo ciò che non mettiamo più  e regalandolo alle persone bisognose, impegnare così il nostro tempo invece che rinchiuderci in centri commerciali fa bene al nostro spirito. Una passeggiata nella natura per apprezzare le bellezze di cui siamo circondati è più salutare che entrare in un negozio ed uscirne frustate perché non possiamo permetterci niente o, peggio, uscire piene di buste e il conto in rosso (sono io!). Essere grate per quella maglietta comprata 5 anni fa e ancora attualissima, essere grate per ciò che si ha è il primo passo per sentirsi RICCHE! (forse anche di più di Kim Kardashian)

 

 

 

 

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now