• Black Facebook Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon

© 2017 by Una Doppia Uso Singola Confidential.

SEARCH BY TAGS: 

Please reload

RECENT POSTS: 

FOLLOW ME:

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • Instagram Clean Grey

Cosa significa dirsi "per sempre"

April 24, 2017

Un giorno mi sono affacciata su questo chiostro e avevo un po' paura e un po' ero serena. Che se ci pensi bene come fai ad avere paura ed essere serena? 

 

Eppure era così che mi sentivo. Il luogo mi dava pace, anche quello che stavo per fare mi dava pace. Ma quello che stavo per dire mi spaventava. 

Un attimo dopo mi affacciavo di nuovo a questo chiostro e avevo un anello al dito.

 

 

L'anello è semplice, piccolo, liscio con un'incisione nella parte interna. Eppure ha il peso di un blocco di marmo, quei bei blocchi che trovi sulla riva del mare, quelli levigati dal vento, bagnati dall'acqua salata e casa di mille minuscole creature marine.

Ha questo peso l'anello che ho al dito.

 

 

Oggi sono tornata li, in quel chiostro perché volevo affacciarmi di nuovo ma non ho potuto. 

Il terremoto ha segnato quelle mura spesse in modo irreversibile. Quell'abbazia che si regge da più di 600 anni oggi scricchiola e rischia di rimanere solo un ricordo immortalato nelle mie foto del matrimonio. 

 

 

Quelle mura mi hanno protetta quel giorno, mi hanno isolata e messo in contatto con i miei pensieri più profondi perché dire "per sempre" non è cosa facile.

 

 

Oggi quelle stesse mura hanno bisogno di protezione a loro volta. Quelle mura che hanno ascoltato con infinita devozione i nostri "si, lo voglio", i nostri " nella buona e nella cattiva sorte", i nostri " amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita". 

 

 

Avevo paura ad un certo punto, paura di non essere all'altezza di una promessa che volevo che lui facesse a me ma che non sapevo se io sarei stata in grado di adempiere "per sempre".

Che ansia ad un certo punto. Tutti arrivati a ricordarmi che ero agitata e tutti a pensare che ero nel momento della sposa isterica che sta per entrare in scena e che vuole tutto perfetto. 

A me della perfezione non interessava niente. Nella mia mente c'era lui e la voglia enorme di fermare tutto, bloccare il tempo, correre da lui e dirgli: "non so dirti come andrà, come posso prometterti tutto ciò?".

Ma la magia non esiste. Esistono azioni prese di petto così ho corso verso l'altare, l'ho visto ed era bellissimo, ero "la sua porta sul cielo e lui la mia stanza nel mondo".

Ho detto "si", ha detto "si".

Il peso del masso di granito sul dito.

Una complicità nuova.

E oggi quella chiesa cigola perché ciò che accade nella vita non si può prevedere. Ma si può decidere se resistere insieme cercando di non cadere troppo, cercandosi ogni giorno.

 

 

 

 

Foto by Amaneraphoto 

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now